17 dicembre 2015

Tutte le info che vuoi sui quiet book

Senza ombra di dubbio l’articolo più richiesto per questo Natale (e non solo) è stato il quiet book, almeno qui da me. Ho perso il conto di quanti ne ho fatti ed ho paura a contare la lista di quelli che devo ancora fare nei mesi successivi alle festività. Ho iniziato ad avere incubi notturni nei quali mi assalgono buffi animali e lettere parlanti e quando vedo in giro un’immagine che mi colpisce penso subito a come sfruttarla per creare nuove pagine divertenti. Per non parlare del fatto che scommetto da sola prima di leggere una e mail che certo sarà una richiesta di quiet book. Ma, scherzi a parte, tutto questo mi rende felice e non mi stanco mai di crearne di nuovi, tutti personalizzati in base alle esigenze dei bambini e delle loro mamme.

Tutte le info che vuoi sui quiet book

Ecco perché oggi, primo giorno più tranquillo perché ho finito di spedire tutti i pacchi che andavano consegnati entro Natale, ho deciso di dedicare un intero post a questo argomento. Perché ci sono molte persone che mi scrivono chiedendomi  informazioni e foto da vedere per valutare gli argomenti da trattare, così ogni volta mi trovo ad inviare immagini e a dare ulteriori spiegazioni. A dire il vero lo avevo già fatto QUI ma evidentemente la curiosità è tanta ed io voglio accontentare tutti o almeno voglio provarci.

Quindi partiamo dalla copertina che, come ho già detto, è interamente personalizzata. Nella maggior parte dei casi mi viene chiesto di mettere il volto del bambino, con le sue caratteristiche principali e il nome, ma c’è chi preferisce avere in copertina un animale o un mostraccio, anche senza nome, magari perché il quiet book è condiviso da due fratelli o perché il bambino che lo riceverà ha un animale preferito, oppure semplicemente preferisce questa scelta. Insomma, sta a te decidere.

Tutte le info che vuoi sui quiet book

Per le pagine interne, che sono 14, io posso dare dei suggerimenti e mostrarti ciò che è più richiesto, ma sarai tu, con la tua fantasia e conoscendo il tuo bambino, a decidere quali argomenti trattare, ovviamente anche in base all’età del bimbo. 

A proposito di questo voglio partire dai quiet book realizzati appositamente per le nascite. Certo, chi lo  ha detto che sono adatti soltanto a bambini più grandi? Sono invece un regalo perfetto e originale per ricordare momenti speciali come questo. E se non si sa ancora se sarà maschio o femmina? Nessun problema, si resta sul vago. 

Tutte le info che vuoi sui quiet book

Ad esempio lasciando lo spazio per inserire una foto oppure un cartoncino con il nome e i dati del bambino alla nascita. E in copertina un animaletto o altro soggetto con colori neutri senza nome. Invece nel caso di certezze (come qui sopra per Sofia) diventa tutto più semplice anche nella scelta dei colori. All’interno di questi quiet book troviamo la cicogna, il cambio del pannolino, il bagnetto, la pappa, la culla… insomma tutto ciò che riguarda i primi mesi di vita.

Passando poi a bambini più grandi, i temi su cui lavorare sono infiniti. Uno dei più gettonati sono gli animali.

Tutte le info che vuoi sui quiet book

Adatti a tutte le età riscuotono sempre un grande successo. Ci sono pappagalli, galline e altri uccelli che escono dall’uovo; pesci che vengono mangiati da un pellicano o da una piovra, o pescati da chissà quale altra creatura; animali della savana e dinosauri che fuggono dal vulcano in eruzione. Ma anche animali della fattoria e tutti quelli che la fantasia ci propone.

Poi abbiamo la campagna e le attività all’aria aperta.

Tutte le info che vuoi sui quiet book

E qui ci possiamo davvero sbizzarrire. Dal trattore che porta le mele appena raccolte ai fiori da mettere in un bel vaso; il bruco che diventa farfalla e le api che fanno il miele; l’orto con gli ortaggi da raccogliere e lo spaventapasseri che controlla il raccolto; il gufo che si affaccia dal tronco dell’albero e mille altre attività divertenti.

E, a proposito di attività, ci sono tutte quelle cose che le mamme adorano per far imparare ai loro figli dei piccoli gesti quotidiani come allacciarsi le scarpe…

Tutte le info che vuoi sui quiet book

… la casetta piena di forme da rimettere al loro posto; le lettere per scrivere le prime parole; i colori da utilizzare per disegnare sul notes, il telefono con i numeri o l’orologio; lavarsi i denti…

A proposito di questo, c’è chi mi chiede proprio di raccontare la giornata tipo del bambino attraverso le varie fasi. Quindi si alza dal suo lettino, mangia la colazione, si lava i denti, si veste, si allaccia le scarpe, va fuori a giocare, mangia il gelato…. fino a tornare nel suo lettino che fuori è notte e l’orologio segna le ore.

Tutte le info che vuoi sui quiet book

Qui sopra alcuni esempi di attività quotidiane come stendere il bucato, guardare il cielo e vedere mezzi di trasporto che si muovono, cambiarsi d’abito e portare fuori il cane dopo avergli messo il guinzaglio e farlo giocare con i suoi giochi preferiti.

Poi c’è chi invece ha le idee molto chiare e non può rinunciare ai suoi personaggi preferiti, così il quiet book oltre ad essere interattivo e sensoriale, diventa un vero libro dove raccogliere storie inventate che hanno per protagonisti i bambini e i loro beniamini più o meno conosciuti. Qui sotto si vedono la Pimpa, Super Mario e una fatina delle favole.

Tutte le info che vuoi sui quiet book

Adesso credo sia tutto abbastanza chiaro ed io non mi voglio dilungare troppo con le immagini. Avrai capito che puoi avere il tuo quiet book in mille modi diversi, dalla copertina fino all’ultima pagina. 

Per i tempi di consegna, qualora tu abbia intenzione di acquistarne uno, ti consiglio di avvantaggiarti molto, perché si tratta di un lavoro piuttosto lungo ed io nei prossimi due mesi devo consegnarne almeno una ventina, senza contare tutte le altre richieste… mammamia… se ci penso mi metto a urlare! Ma tu non farci caso e scrivimi.

scopri come nasce un mostraccio

C'era una volta
Leggi la storia