Borsa estiva: il pesce da passeggio

Sto per andare all’ufficio postale a spedire pacchi-mostracci e so già che devo avere molta pazienza. Il paese è piccolo e lo è anche l’ufficio postale, siamo pochi abitanti e non dovrebbe esserci tanta folla, ma anche gli impiegati delle poste sono pochi (uno per l’esattezza) quindi non devi avere fretta quando entri. Ormai mi sono rassegnata. E se mi presentassi con un pesce da passeggio? Farei comunque la fila ma almeno vedrei sorrisi curiosi sulle facce di chi aspetta insieme a me. 

SummerTu che tipo sei? quando ti vesti ed esci di casa ti preoccupi di cosa pensa di te la gente? Oppure credi che la cosa importante sia il sentirti bene con te stessa? Ecco, io sono il secondo tipo, quella che allo specchio si guarda ma per farsi un sorriso e augurarsi una buona giornata. Fin da ragazzina mi incuriosiva uscire con qualcosa di strano addosso (tipo un pesce da passeggio) e stare a guardare la reazione della gente. Un’estate, avrò avuto circa vent’anni, me ne andavo in giro con una maglietta con la scritta “non mi avrete mai come volete voi”. Insomma, le mode le ho sempre fatte da sola, un po’ controcorrente.

summer8Così, realizzando questa borsa, mi sono detta che probabilmente sarà scelta da una bambina, ma esisterà anche qualcuno come me che se ne va in giro con un pesce da passeggio pur avendo superato i quaranta! Insomma, è una borsa comoda, morbida, estiva, simpatica, riciclosa (una felpa a righe marinare e una camicia a quadri), quindi perché non utilizzarla? Ecco, mi tenta molto, mi guarda con i suoi occhioni e mi chiede “mi porti a fare un giro?”. Resisterò e sarà messa presto in mostraccilandia per essere venduta, ma credimi, è una forte tentazione per me!

summer7E tu sei il tipo che osa o preferisci passare inosservata?  Preferisci seguire la moda e avere una borsa trend o porteresti in giro un pesce da passeggio?