Esilaranti consigli per un rientro senza stress

Le vacanze sono finite, è un dato di fatto. Ci saranno ancora giorni di sole, forse l’ultimo bagno al mare in un fine settimana settembrino e magari delle passeggiate in montagna, ma senza dubbio gli impegni torneranno a farci correre e stressare. Ci vorrebbero dei consigli per un rientro senza stress.

esilaranti consigli per un rientro senza stress

Oggi, primo giorno di rientro dopo aver staccato la spina da tutto per due settimane, ho letto i quasi 2000 messaggi di posta elettronica ed ho cercato di fare il punto della situazione, poi per svago, mi sono messa a leggere qualche articolo su questo argomento: come affrontare il rientro dalle vacanze. Ora voglio dire, io non l’ho mai vissuto come un trauma, forse perché non lavoro in miniera e sono felice della mia vita quotidiana, ma anche prenderla come una condanna mi sembra eccessivo! Ho letto alcuni consigli di psicologi del tipo pensare di non aver trascorso delle vacanze eccezionali può aiutare a rilassarsi… questa mi sembra una barzelletta! Insomma, io dovrei dimenticare di essere stata bene per non cadere in depressione? Questa, secondo me, è gente che nella vita non è felice.

esilaranti consigli per un rientro senza stress

Oppure ricordarsi che dobbiamo lavorare per guadagnarsi da vivere… certo, grazie per avermelo detto, altrimenti ero quasi convinta di vivere di rendita grazie all’eredità di un prozio multimiliardario!

E l’esercizio fisico dove lo vogliamo mettere? Dicono di organizzare svariate ore di attività sportiva dopo l’orario di lavoro. Certo, è chiaro, dirò ai miei figli e a mio marito che se vogliono una cena decente vadano al ristorante e che se la casa fa schifo e non hanno mutande pulite nel cassetto non devono preoccuparsi, perché fa parte del piano antistress del dopo vacanza!

Poi ci sono altri consigli del tipo seguire una dieta, rimettere in ordine la casa, rilassarsi con una buona lettura, coccolarsi dedicando del tempo alla cura estetica… insomma, ma questi psicologi quante ore pensano che abbia una giornata? O forse sono consigli per persone che non hanno una routine come me, come te e come mille altre mamme lavoratrici a tempo pieno?

Che dire, mi sono proprio divertita nel leggere questi consigli e sì, mi sono rilassata… in fondo mi sono stati utili per capire che non ho bisogno dello psicologo per affrontare il tremendo rientro alla vita quotidiana. Ho trascorso delle bellissime vacanze e mi sento fortunata, insieme alla mia splendida famiglia e mi sento fortunata; riprendo il mio lavoro con gioia perché mi piace e mi sento fortunata; ho una casa mia da pulire e mi sento fortunata; ho due splendidi bambini da accudire e mi sento fortunata; ho un sacco di richieste di persone che apprezzano le mie creazioni e mi sento fortunata…. e potrei aggiungere mille altre cose alla lista.

A proposito, forse l’unico consiglio che seguirò è proprio quello di fare una lista, per ricominciare con la certezza di non tralasciare niente, gli impegni presi e le idee accumulate sotto l’ombrellone. Per il resto farò come sempre, lascerò spazio alla creatività e farò la mamma e la moglie con amore, circondata dai miei gatti e dall’autunno che presto arriverà. Non credo mi possa assalire lo stress da rientro e comunque non avrei neppure il tempo da potergli dedicare!

E tu come ti senti? Sei preoccupata o rilassata? Ma soprattutto, hai trascorso delle belle vacanze?