Una sirena, che viveva nel mare delle isole Eolie, un giorno sentì un grande trambusto: era il vecchio vulcano di Stromboli che la stava cercando, perché aveva visto una piccola barca in difficoltà, con dentro quattro bambini che non riuscivano a tornare a riva. Allora la sirena nuotò velocemente contro il mare che si stava agitando e raggiunse i quattro bambini disperati, salvandoli e soprattutto spiegando che, quando il mare diventa mosso, è sempre meglio non entrare in acqua. Poi li fece sedere sulla sua lunga coda argentata e li portò in salvo. Il vecchio vulcano di Stromboli chiamò di nuovo la sirena e per il suo nobile gesto le regalò limmortalità. In realtà, se navighi nel mare meraviglioso delle isole Eolie, potrai vedere, vicino a Stromboli, un grande scoglio a forma di sirena, dal colore d’argento: è la Sirena delle Isole Eolie.

Qualche sera fa abbiamo letto questa storia e, dopo tanti anni, vorrei tornare alle Isole Eolie per ammirare quello scoglio. Ma la meta delle nostre vacanze è già decisa ed ha un’altra destinazione, quindi, per dare sfogo alla fantasia e restare nell’atmosfera della favola, ho creato una sirena con tutte le carte in regola per entrare in mostraccilandia

la magica sirena

Ovviamente non si tratta dello stereotipo di sirena sinuosa e sexy che siamo abituati a vedere ritratta dal cinema, piuttosto di una bambina paffutella che vive felice sia in mare che fuori dall’acqua.

la magica sirena

Ha un grande sorriso gioioso e un pesciolino appuntato sulla maglietta, per ricordarsi delle sue origini anche quando è lontana dal mare. Infatti, più fortunata della lontana parente famosa La Sirenetta, lei può decidere del suo destino e non morirà di crepacuore perché intrappolata in una coda di pesce mentre il principe che ama non può vivere con lei. Non potevo permetterlo…

la magica sirena

Ecco perché semplicemente sciogliendo un nastrino, che ha la forma delle onde del mare, lei si libera della bellissima coda coperta di paillettes e cammina con le sue gambe, in cerca di avventure sulla terraferma. 

La magica sirena

E la bambina che deciderà di adottarla scoprirà che la coda della sirena (in tessuto doppio, dentro cotone turchese e fuori pizzo ricamato con paillettes) non serve soltanto a farla nuotare, infatti, se la guardi bene, ti accorgi che può essere una magica borsetta dove nascondere segreti o semplicemente meravigliose conchiglie raccolte su una spiaggia, per rendere omaggio alla favola della magica sirena

La magica sirena

Adesso sta facendo amicizia con gli altri mostracci, raccontando storie di mari lontani, in attesa che un bambino, possibilmente amante del mare, voglia portarla a vivere a casa sua. 

Se vuoi conoscerla meglio bussa a questa porta…. ah, dimenticavo, si chiama Baia.